Introduzione 


  • La fibromialgia è solo una parola, un etichetta medica. In realtà è il disturbo somatico dei sintomi definito SSD, precedentemente noto come "disturbo di somatizzazione" o " disturbo somatoforme ", nello specifico è un presunto malfunzionamento cerebrale e del sistema nervoso periferico, che causa uno o più sintomi corporei, incluso il dolore. E' per questo che si definisce come una Sindrome, ovvero un insieme di sintomi senza causa comune organica e senza riscontro nei test clinici, anche i più sofisticati.I sintomi possono non essere riconducibili a cause fisiche, incluse condizioni mediche generali, altre malattie mentali o abuso di sostanze . Ma a prescindere, causano livelli di disagio eccessivi e sproporzionati, il paziente che ne viene colpito soffre tremendamente e quotidianamente. I sintomi possono coinvolgere uno o più diversi organi e sistemi corporei, come ad esempio:
  • Dolore
  • Problemi neurologici
  • Disturbi gastrointestinali
  • Sintomi sessuali
  • E' un disturbo del dolore cronico complesso che causa un dolore diffuso e una iper-sensibilità al tatto che possono verificarsi in tutto il corpo o migrare spostandosi in varie parti del corpo stesso. Insieme ad altri sintomi, il dolore e la iper-sensibilità si accentuano nel tempo. La fibromialgia (FM) colpisce le persone fisicamente, mentalmente e socialmente. Circa 10 milioni di americani (2-4%) hanno FM con un rapporto di circa 8 a 2, donne rispetto agli uomini. Si verifica nelle persone di tutte le età, compresi i bambini. La traduzione letterale della parola fibromialgia è dolore nei muscoli, legamenti e tendini. Ma FM è molto più che dolore e si presenta con molti altri sintomi che variano da persona a persona. I colleghi medici fanno diagnosi di FM basandosi su una combinazione di sintomi rilevanti o su come si sente la persona, inclusi affaticamento, sensibilità, funzionalità e benessere generale. Possono essere necessari test di laboratorio per escludere o diagnosticare condizioni coesistenti (cioè lupus, resistenza dell'ormone tiroideo, artrite reumatoide). Vanno inoltre escluse altre patologie che mimano la sindrome fibromialgica: Endocrino-metaboliche (ipotiroidismo-iperparatiroidismo), Neurologiche (radicolopatie, nevralgie, neuropatie dolorose), Infettive (Virus C, Borelliosi di Lyme legata a una Borellia trasmessa dalla puntura di una zecca). 
  • I sintomi della fibromialgia possono variare di intensità. Affaticamento, disturbi del sonno (apnea del sonno e / o risveglio non rigenerato), difficoltà cognitive (problemi di memoria o pensieri non chiari) e rigidità sono i sintomi più diffusi segnalati. Ulteriori sintomi comuni possono includere depressione o ansia, emicrania, mal di testa da tensione, dolore pelvico, vescica irritabile o iperattiva, sindrome dell'intestino irritabile (IBS), ATM (incluso l'acufene) e malattia da reflusso gastrointestinale (GERD). Lo stress spesso peggiora i problemi e i sintomi correlati.
  • Non esiste una cura farmacologica specifica per la fibromialgia. Spesso sono raccomandati approcci multidisciplinari per la gestione e la risoluzione dei sintomi. Farmaci, terapie cognitive comportamentali e ginnastica dolce sono le combinazioni più comuni. In collaborazione con un operatore sanitario, lo sviluppo di strategie di autogestione e obiettivi di salute a lungo termine può ridurre i sintomi cronici e la frequenza, la durata e l'intensità delle riacutizzazioni periodiche (rapido aumento dei sintomi). Le attitudini culturali e la stigmatizzazione delle persone con problemi di dolore cronico spesso inducono le persone con fibromialgia a ritirarsi da familiari e amici. L'isolamento e la sensazione di essere da soli a gestire la fibromialgia possono contribuire alla depressione.

We use cookies to give you the best experience. Read our cookie policy.